Seleziona una pagina

Cosa c’entra Kyani con la CURA DELLA PELLE?

Il settore della Cosmesi è uno dei più redditizi in questo momento storico. C’è una domanda pazzesca sul mercato. Solo in Europa si spendono più di 100 miliardi di euro nella CURA DELLA PELLE, ed entro il 2020 si stima una domanda dal valore di 200 miliardi di euro.

Adesso anche Kyani, azienda nata con tre prodotti nutraceutici per il benessere generale, ha esteso la sua linea di prodotti nella COSMETICA.

3 PERICOLOSISSIMI ERRORI DI KYANI

==> Il brand Kyani cerca di arrivare un po’ a tutti, parla di BENESSERE GLOBALE. Senza considerare il fatto che VENDE LA PREVENZIONE e NON risolve nessun problema specifico.

1° ERRORE: Quando una marca vuole essere tutto per tutti finisce per diventare niente per nessuno.

==> Il brand Kyani NON nasce per comunicare CURA DELLA PELLE.  Il cambio di direzione indica probabilmente un calo di fatturato drastico che li ha portati a virare in una nicchia-salvagente.

2° ERRORE: Se non puoi competere nei primi due posti di una categoria, o ne scegli un’altra o ne CREI una. L’attuale nicchia della CURA DELLA PELLE è tropo satura, e ci sono già presenti dei Giganti il cui brand è nato con quell’identità. Ad esempio Save Skin è entrata a competere nella CURA DELLA PELLE, inaugurando di fatto una NUOVA CATEGORIA di cosmetici, cioè la COSMETOGENOMICA.

==> Kyani chiama la sua linea di cosmesi FLEURESSE, nome che allittera con quello del suo nuovo competitor JeunESSE. Tra l’altro anche il packaging è molto simile.

3° ERRORE: Quando tenti di IMITARE il brand originale non fai che dare importanza all’originale. Non puoi scegliere di attaccare qualcuno e sperare di riuscire a sottrargli clienti imitandolo. Vorresti convincere dei potenziali clienti a non comprare dal tuo competitor ed invece di spiegargli in cosa sei DIFFERENTE, gli vuoi persino somigliare.

Staremo a vedere. Il colosso americano ritornerà in sé correggendo il proprio modello di business? Oppure c’è da attendere con ansia l’uscita del Kyani Coffee?

Commenti

commenti