Seleziona una pagina

Caro Networker, navigando su internet ti sarai imbattuto sicuramente in uno o più di questi slogan sulla LISTA NOMI: “…è morta!”, “NON funziona più!”, “puoi crearne una da ZERO grazie all’online”, “NON ascoltare più il tuo Sponsor!”, ecc. ecc. Quanto c’è di veritiero in queste affermazioni?

A costo di attirarmi l’ira di questi FUFFA-GURU, ho deciso di svelarti TUTTA LA VERITA’ SULLA LISTA NOMI e perché non ha senso demonizzarla. In realtà c’è una SCIENZA dietro allo “scrivere dei nomi su carta” e se molti oggi dicono che non funziona più o non ha mai funzionato, è solo perché NON comprendono alcune regole basilari.

3 modi in cui la Lista Nomi NON funziona

(1) La Lista Nomi NON funziona quando tra i nominativi spunta quello di Maria “la Casalinga” con la speranza di portarla nel tuo business. Siamo seri. Ce la vedi una casalinga sul palco a spiegare agli altri come si fanno i $oldi? Ah!!! Sei serio? Dimmi che scherzi, ti prego…

==> Inserisci dei nominativi su carta SOLO DOPO aver fatto TARGETING. Cioè dopo esserti accertato di poter risolvere un PROBLEMA che affligge la persona a cui vorresti rivolgerti.

(2) La Lista Nomi NON funziona se prima non sei posizionato come esperto nella mente delle persone a cui ti rivolgi. Un messaggio entra tanto più facilmente nella mente del tuo TARGET quanto più viene percepita autorevole la fonte di quel messaggio.

==> Devi curare prima il tuo Personal Brand, e preoccuparti di creare autorevolezza attorno alla tua personalità. Se non possiedi autorevolezza inizialmente NON importa, ok? Grazie alla tecnica dell’EDIFICAZIONE infatti puoi usare il Personal Brand di una tua Up-line e sfruttare la sua autorevolezza.

Ultimo, ma non per importanza:

(3) La Lista Nomi NON funziona quando ignori la Legge dei Gradi (di cui parlo QUI). Uno degli errori più gravi quando s’incontrano i nominativi scritti sulla lista, è quello di fare “proposte brusche” o “a freddo”.

==> Fai in modo di capire il livello di preparazione di chi hai d’avanti e parti da lì per educarlo, GRADUALMENTE, al tuo modello di business o al valore dei tuoi prodotti. Spesso ricevi dei NO solo perché bruci delle tappe per l’ansia di arrivare subito all’offerta.

Lista Nomi: Istruzioni per l’uso in 6 punti!

(1) Dividi i potenziali CLIENTI dai potenziali DISTRIBUTORI. Non dare mai per scontato che chi è interessato al prodotto sia interessato anche al tuo business. Talvolta i Clienti sono più interessati ad avere il prodotto GRATIS con il proprio PASSAPAROLA che a cominciare una nuova attività.

(2) Il tuo Business poggia SU UN PRODOTTO REALE, non far passare MAI il messaggio che il business sia più importante del prodotto, perché senza quel prodotto il tuo business NON ESISTE. L’azienda NON ti paga per iscrivere balordi desiderosi di profitto, ti offre una RENDITA A VITA sui prodotti che grazie a te escono fuori dal suo magazzino ogni mese.

(3) Ti hanno insegnato che se parli del tuo prodotto o della tua attività a 10 sconosciuti, anche “a freddo”,  per la legge dei grandi numeri 1 ti dirà di SI. Questo modo di pensare sebbene in qualche modo porti dei risultati, da intendersi comunque SCARSI, prosciuga incredibilmente la tua energia. Prima di proporre il tuo business o il prodotto  a qualcuno, usa dei sistemi di Pre-Educazione, ed aumenterai subito le CONVERSIONI. Così facendo parlerai SOLO con persone realmente interessate, e sullo stesso campione di 10 persone otterrai stavolta 8 SI.

(4) Uno degli errori più diffusi quando si fa la Lista Nomi con i potenziali Distributori, è quello di inserire nella propria Lista, i nominativi di persone con un livello sociale inferiore al proprio. Questo errore poggia su una scarsa autostima e sulla paura appunto di rivolgersi a professionisti che in qualche modo si trovano ad un gradino superiore al nostro.

(5) Se NON hai contatti profilati… CREALI! La tua azienda vende una CREMA DIMAGRANTE? Iscriviti in una palestra, perché li troverai sicuramente persone interessate ad accelerare i propri risultati. La tua crema è di fascia PREMIUM PRICE? Iscriviti nella palestra più costosa della tua città, quella frequentata dalle persone più danarose. Oppure puoi selezionare dei Nutrizionisti disposti ad usare la tua crema come prodotto di BACK END, subito dopo aver venduto la propria dieta.

(6) Dai alla LISTA NOMI un preciso FOCUS GEOGRAFICO, delinea il tuo piano di sviluppo nell’area dove sei residente. Non ha senso inserire nella propria lista i nomi di persone all’estero, o in altre Regioni d’Italia lontane dalla propria. Avere Distributori troppo lontani richiede per te un alto dispendio di risorse temporali ed economiche con l’alto rischio di perderli durante i primi mesi d’avvio attività.  Ovviamente questa regola NON VALE quando quel Distributore è già un Networker PRO che non necessita di essere seguito.

Riflessioni…

La Lista Nomi si costruisce nel tempo. Le risposte positive che riceverai dai tuoi contatti sono il frutto di un duro e costante lavoro finalizzato a migliorare le tue relazioni con loro. Scrivere dei nomi su carta, e subito dopo telefonarli, incontrarli, o invitarli ad una presentazione al buio per “vendergli un’opportunità incredibile” significa creare un business basato sulla sorte anziché sulla strategia.

Networker voglio svelarti un ultimo segreto che non piacerà affatto ai GURU del Network Marketing online. Anche se fai LIST BUILDING (costruire una lista di nominativi) online, ma violi le regole che ho spiegato sopra, FALLIRAI MISERAMENTE in ogni caso.

Online ed offline sono concetti che creano confusione. Fanno pensare che esistano due tipi di Marketing, quando di fatto il Marketing è UNO!!! Gli strumenti e le dinamiche cambiano, eppure le Leggi restano ETERNE.

Buon lavoro!

 

Commenti

commenti