Ciao, probabilmente stavi cercando su Google “Network Marketing truffa” e ti sei imbattuto in questo articolo. Ti anticipo subito che in queste righe NON tenteremo di capire SE il Network Marketing sia una truffa, ma QUANDO lo diventa.

Il fatto che un’azienda scelga come sistema di distribuzione il Network Marketing non ti pone al riparo da truffe e raggiri. Ci sono certe forme di raggiro persino LEGALI, il cui truffatore il più delle volte SEI TU STESSO!

Pensaci. Quante volte hai preso parte ad un business in maniera completamente inconsapevole?

“Oh, Ricky, MAI successo, te lo giuroh!!! Io sono un eshperto di nettuocch, ho la qualifica di diamanDe carammelatoh!!1!”.

Amico mio, voglio aiutarti a rinsavire. Qual è la PRIMA COSA che, almeno in TEORIA, avresti dovuto fare prima di sposare il progetto del tuo Sponsor? Quella di VALUTARE IL PIANO COMPENSI del business che ti era stato proposto.

E tu invece cosa hai fatto?

Per me è abbastanza chiaro. Sei andato a fiducia perché NON CI CAPIVI UN CAZZO di Piani Compensi, Matrici, Qualifiche, Bonus, Incentivi, Libertà Finanziaria, Guadagni Automatici… te li hanno buttati lì così, in maniera caotica, stordendoti con questa valanga di concetti.

Non te ne sto facendo una colpa. Anzi. Se conoscevi realmente determinate dinamiche oggi quasi sicuramente nemmeno staresti facendo Network Marketing. Il 99,99% delle aziende infatti sono progettate così, e quando le conosci le eviti come la peste.

Non sapere valutare adeguatamente un Piano Compensi significa entrare in un business alla cieca, e l’unica cosa che la cecità può garantirti è un inevitabile insuccesso.

Per prima cosa devi assolutamente sapere che LE AZIENDE NON VOGLIONO PAGARE! E ci riescono benissimo visto che la maggior parte di quelli che fanno Network Marketing NON è consapevole delle possibilità che offrono le varie tipologie di Piano Compensi e le relative Matrici.

A che serve se un’azienda ti offre l’80% di PAYOUT ma poi pone tutta una serie di paletti per pagare a malapena il 20%? Le Matrici influenzano enormemente il payout, ricordatelo. Se non investi un po’ del tuo tempo nella loro conoscenza, sarai una facilissima preda per gli speculatori.

Ti sei accorto poi che alcune volte i punti volume vengono convertiti in cifre monetarie decisamente illogiche? Perché convertire 1 Punto Volume con 11 cent, 25 cent, 62 cent, o 89 cent, quando creare un Piano Compensi con un rapporto di € 1 per ogni punto volume cumulato è molto più facile da calcolare.

Insomma devi stare molto attento nel maneggiare “i numeri” di un business…

Usare la logica e NON soltanto le emozioni

La scarsa capacità di valutare un Piano Compensi è un limite di moltissimi Networkers; il leader infatti, per coinvolgere nel proprio business potenziali distributori,  parla al loro cervello emozionale, bypassando magistralmente l’emisfero logico.

Sicuramente la sfera emozionale guida le nostre vite. Va bene. Non dico di reprimere le emozioni, ma quantomeno usiamo anche l’altro emisfero… se ne abbiamo due qualcosa vorrà dire, no?

Assaggia la business opportunity con lo stomaco. Goditi pure la carica emotiva che ti viene trasferita. Poi però attiva l’emisfero razionale per vagliare, numeri alla mano, i possibili svantaggi che una valutazione istintiva non ti ha permesso di prendere in considerazione al momento del colloquio.

Prenditi sempre qualche giorno per fare le giuste valutazioni prima di dare il tuo SI. E se il tuo potenziale Sponsor ti racconta che se non decidi all’istante potresti perdere l’opportunità della tua vita, allora hai risparmiato un sacco di tempo, togliti questo coglione davanti.

Sii più lucido in futuro. Da quando sei atterrato su questo Blog hai perso ogni diritto alla scusa. Non potrai più giustificarti dicendo “non potevo immaginare…”. Adesso anche tu sai che il Network Marketing truffa chi si accosta a lui senza un’adeguata preparazione. Sì, il Network Marketing truffa chi intraprende questo cammino senza prima aver approfondito le Regole del Gioco.

3 caratteristiche di un Piano Compensi TOP

Un buon Piano Compensi deve essere (1) semplice, (2) etico e (3) trasparente.

(1) Semplice vuol dire ESSENZIALE, ossia svestito di qualsiasi orpello. Nel linguaggio tecnico la semplicità si traduce in una Matrice di Posizionamento assoluta, non sporcata da ibridazioni con altre matrici, da moltitudini di bonus o da interminabili qualifiche. Semplice significa quindi SENZA PALETTI camuffati da opportunità di guadagno.

(2) L’etica è una componete del Piano Compensi tanto importante quanto sottile; il Network Marketing NON deve accontentare tutti. Non puoi cavartela SOLO perché hai preso una buona posizione; per ricevere dei benefici devi essere disposto ad aiutare gli altri, il che non significa fargli prendere il Codice e VAI CON DIO! Un Piano Compensi è etico quando ti premia nel momento in cui porti con serietà avanti il tuo impegno, e se hai lavorato più intensamente delle tue upline (quelli posizionati sopra di te) ti deve fornire gli strumenti per superarne i profitti .

(3) La conseguenza della semplicità e dell’etica è la trasparenza. Un Piano Compensi è trasparente quando si può facilmente verificare che quanto afferma corrisponde palesemente alla realtà.

Per quanto riguarda la MATRICE MIGLIORE, ne parlo in una sessione del Blog specifica. Per approfondire l’argomento clicca QUI!

Commenti

commenti