Fino ad oggi, in maniera forse inconsapevole, le aziende si sono allontanate dal Network Marketing Originale, dando vita ad un sistema di distribuzione “sporco”.

Sporco in quanto il modello di business si è mescolato con 4 PARASSITI che nulla avevano a che vedere con l’Idea Originaria.

PRIMO PARASSITA: la Vendita Diretta

Il Network Marketing Originale è il Referral Marketing Puro SENZA tracce di Vendita Diretta. Sono stati ibridati i due sistemi distributivi perché si pensava che la VENDITA DIRETTA alimentasse le dinamiche del Network Marketing stesso.

Ci troviamo davanti ad una bufala bella grossa. Statisticamente infatti al 95% delle persone NON piace affatto vendere, quindi il mercato dei venditori si aggira intorno ad un misero 5%. La fetta di torta più grande resta quella dei NON-venditori, cioè i CONSUMATORI.

Considera pure che il margine dato per la VENDITA DIRETTA nei sistemi di Network Marketing oscilla di solito tra il 20 ed il 30%.

E’ un margine inadeguato su un prodotto destinato al consumatore finale, considerando che un minimo di merce a deposito la devi comunque avere. Quindi ti stai ASSUMENDO UN RISCHIO D’IMPRESA accettando di avere una possibile GIACENZA DI MAGAZZINO.

Per di più quando un’azienda di Network Marketing stabilisce un margine per la Vendita Diretta significa che, gioco-forza, quel margine deve toglierlo alla Rendita Passiva.

La Rendita Passiva viene generata quando una tua downline fa un acquisto in maniera autonoma SENZA più necessità da parte tua di generare la vendita.

SECONDO PARASSITA: i Pack d’Ingresso

Reclutare distributori è un processo DELICATO. Dai, smettiamola con quella cazzata del “basta che lo dirai a 5 amici che lo diranno a 5 amici”. La Duplicazione NON funziona così.

Le aziende del Network Marketing sporco concedono lo STATO DI DISTRIBUTORE solo a chi acquista un Pack d’Ingresso, e NON come invece sarebbe logico aspettarsi, secondo dei parametri meritocratici.

Ti dicono: “Se hai 1000 € da investire in prodotti ti conferisco lo stato di COGL… ehm… Distributore!”.

Non gliene frega un cazzo di quello che andrai a fare con il loro Brand, di cosa uscirà dalla tua bocca. Tu per loro SEI UNA VITTIMA DA SACRIFICARE sull’altarino del Dio FATTURATO!

Faccio un appunto.

Una CAMPIONATURA serve a far conoscere meglio il prodotto sul mercato. Ci sta, più prodotto hai a disposizione, soprattutto se acquistato inizialmente a basso costo, più hai dei prodotti di front-end interessanti per ACQUISIRE CLIENTI.

A quel punto gli altri prodotti che il Cliente acquista direttamente nello Shop ogni mese rappresentano i vari back-end che ti GARANTISCONO LA RENDITA.

Il problema nasce però quando faccio acquistare tonnellate di prodotto a qualcuno che NON E’ IN GRADO DI POSIZIONARLO SUL MERCATO. Pur di non ammettere la propria incompetenza, quella persona comincerà a parlar male di te e del Network Marketing.

Sappiamo bene come è fatto il Nettuoccher itaGliano. Se non ottiene successo si preoccupa di far sapere in giro che quella cosa sia una TRUFFA, “…emmica sono coglione che ammetto di essere coglione!”, così ragiona.

TERZO PARASSITA: i Bonus e le Qualifiche

Il Network Marketing Originale era un accordo d’amore tra due partner: un’Azienda ed un consumatore. Doveva essere un rapporto SIMBIOTICO che però è scaduto in un vile parassitismo.

Le Aziende del Network Marketing Sporco hanno perciò cominciato ad usare i Bonus e le Qualifiche come Paletti aspira-provvigioni.

Prima che arrivassi io con questo Blog, NESSUNO capiva nulla di Piani Compensi, e di Matrici. NESSUNO, dico NESSUNO, sapeva dirti bene quanto guadagnava. Ho denunciato apertamente i sistemi BINARI, cioè la Matrice oggi più usata dalle aziende sul mercato. Ho aiutato i Networker a saper leggere VERAMENTE un Piano Compensi senza cadere più vittima di subdoli giochetti.

Insomma, ho detto la Verità, e le stesse persone che difendevo NON l’hanno accolta. Mi hanno fatto la guerra pur di difendere i propri carnefici. Allora ho compreso una realtà fondamentale, OGNUNO SI SCEGLIE L’AZIENDA CHE MERITA.

Il mio lavoro però non si è dimostrato vano, una fetta di mercato ha risposto molto bene al mio appello e si è SVEGLIATA dal giogo delle aziende di Network Marketing sporco.

Alcuni di loro hanno persino accettato la mia folle SFIDA: mandare a casa i Network americani, e riscrivere in Europa la storia del futuro Network Marketing.

Un futuro però, che ha il sapore del PASSATO, di un’Idea Primordiale che non ha avuto ancora la possibilità di manifestarsi… prima d’ora!

QUARTO PARASSITA: Il Consumo Obbligatorio

Quando sottolineai l’importanza di eliminare il Consumo Obbligatorio dal modello di business del Network Marketing, i primi a darmi contro furono i Top Leader delle solite aziende note.

Mi dissero che la cosa NON avrebbe funzionato. E che se non si obbligavano i Networker ad acquistare minacciandoli di non pagargli le provvigioni, il sistema sarebbe crollato perché nessuno più avrebbe consumato i prodotti.

Sai dove nasce un simile ragionamento più da Schema Ponzi che da Network Marketing? Dal fatto che questi sedicenti leader non hanno neanche mai lontanamente sentito parlare di TARGETING!

Quando ti dimentichi del PROBLEMA che il prodotto della tua azienda risolve a dei potenziali clienti, finisci con il dare esclusivamente importanza al business facendo passare in secondo piano tutto il resto.

Il business invece è solo un effetto collaterale del passaparola. Accade molto dopo l’uso del prodotto. A patto che hai lavorato la relazione rispettando la Legge dei Gradi.

Ricordalo, la tua azienda di Network Marketing ti paga per costruire una rete di consumatori. Non di certo per radunare una combriccola di affaristi con l’unico desiderio di guadagnare a discapiti di chi sta posizionato sotto.

E se parliamo di consumatori, posso testimoniare che non esiste nulla di più attrattivo di un Networker che è riuscito a sviluppare un legame emozionale con il suo prodotto.

 

Commenti

commenti